Lampadine LED E27: principali caratteristiche e come sceglierle

di Stefano Feliciani
    Lampadine LED E27

    Lampadine LED E27

    Le lampadine LED E27 sono la soluzione più accessibile e diffusa grazie al comune attacco a vite grande (E27). Rappresentano il modo più facile, economico ed immediato per entrare nel futuro dell’illuminazione e tagliare drasticamente i costi della bolletta energetica.

    Lampadine LED E27: quanti Watt?

    Le lampadine LED E27 consentono di limitare in modo davvero drastico il consumo di energia, consentendoti così di risparmiare denaro e di ridurre in modo considerevole le emissioni di Co2 dannose per l’ambiente e responsabili del surriscaldamento globale. Oltre a tutto questo le lampadine LED E27 si caratterizzano per una durata di vita davvero sorprendente: le nostre lampadine, ad esempio, hanno una durata stimata compresa tra le 35.000 e le 50.000 ore, contro una durata delle lampadine alogene di circa 2.000 ore. Il che significa ridurre al minimo anche i costi di manutenzione dal momento che non è necessario sostituire le lampadine LED se non dopo molti, moltissimi anni.
    Sostituire le lampadine LED E27 è semplicissimo e non richiede nessuno sforzo particolare. Ti basterà svitare la vecchia lampada e sostituirla direttamente con la nuova lampadina LED.
    L’unica vera differenza sta nel fatto che, mentre fino ad oggi le lampadine tradizionali venivano scelte in ragione della potenza espressa in Watt, con le lampadine LED E27 non è più utile riferirsi ai Watt essendo più utile verificare i lumen (lm) prodotti dalla lampadina. Il tutto è reso più semplice dal fatto che, normalmente, i produttori segnalano quanti Watt a LED equivalgono ai Watt di una lampadina tradizionale:Lampadine LED E27 equivalenza
    Nell’esempio viene segnalato che per rimpiazzare una lampadina alogena da 40W è sufficiente il LED Bulb StereoteQ+ E27 da 8W, con un risparmio energetico pari al 80%.

    Lampadine LED E27: quanto risparmio?

    Calcolare il risparmio energetico conseguibile sostituendo le tue vecchie lampadine con lampade LED E27 di nuova generazione è piuttosto semplice:

    • Costo annuo lampadina alogena E27 da 40W: 35.000h x 40W / 1000 x 0,28 €/kWh = 392,00 €
    • Costo annuo lampadina LED E27 da 8W StereoteQ+: 35.000h x 8W / 1000 x 0,28 €/kWh = 78,40 €

    In sostanza il risparmio netto conseguibile è pari a 313,60 €. È possibile così risparmiare l’80% dell’energia!

    A ciascuna applicazione la giusta luce…

    Le lampadine E27 sono tra le soluzioni più diffuse grazie alla loro semplicità di installazione. Si possono trovare comunemente nelle abitazioni, negli uffici, negli hotel, negli atrii e nei vani scale. Per una migliore resa, tuttavia, a ciascuna applicazione dovrebbe essere abbinata la giusta luce. Oggi la migliore tecnologia LED è in grado di offrirti fasci di luce di qualsiasi colore, dalla luce più calda (2500-2700K) alla luce più fredda (5000-6500K).

    Illuminazione casa temperatura di colore calda (2700K)
    Temperatura di colore calda (2700K)

    Le temperature calde conferiscono agli ambienti un’atmosfera più accogliente e familiare, in grado di rilassare e mettere a proprio agio. L’effetto psicologico è dovuto al fatto che il sole, fonte luminosa naturale e luce per eccellenza, esprime una tonalità di luce calda, che varia dal rosso del tramonto al giallo dorato di pieno giorno. Oltre a ciò non va dimenticato che le prime lampadine a filamento, a cui inevitabilmente la mente fa riferimento quando si pensa alla illuminazione artificiale soprattutto domestica, esprimevano tonalità di luce calda, tra i 2500K e i 2700K. Per questi motivi, le lampade E27 con tonalità calda (da 2700K a 3000K) risultano maggiormente indicate in ambienti domestici o in ambienti in cui si vuole esprimere trasmettere una sensazione di familiarità (bar, ristoranti, hotel, negozi). Non va dimenticato che, laddove l’ambiente da illuminare sia connotato dalla predominanza del colore bianco, la luce calda è in grado di impreziosire e valorizzare arredi ed oggetti gettando una luce dorata (la scelta di una luce bianca in ambienti “bianchi” finisce invece con l’esasperare il candore e talvolta può risultare fastidiosa).

    Illuminazione uffici temperatura bianca naturale (4000K)
    Temperatura bianca neutra (4000K)

    La temperatura bianca neutra (4000K) e, in misura maggiore, la temperatura bianca fredda (5000K) o bianca ultra fredda (6000-6500K) conferiscono invece una maggiore luminosità e sono in grado di elevare i livelli di attenzione. Per un effetto legato alla fisica della luce (e quindi del tutto slegato dall’assorbimento energetico), al crescere della temperatura di colore aumenta proporzionalmente la luminosità espressa in lumen. La temperatura bianca neutra costituisce uno spartiacque tra le tonalità calde e le tonalità fredde e viene di norma scelta per illuminare uffici e studi. Il 4000K ha il pregio di non alterare i colori degli ambienti in quanto la luce non risulta “azzurrata” (come nel caso delle temperature tra 5000K e 6500K) ma bianca.

    Illuminazione magazzini temperatura di colore fredda (5500-6000K)
    Temperatura di colore fredda (5500-6000K)

    La scelta di tonalità fredde è maggiormente indicata laddove sia necessario illuminare grandi aree (magazzini e depositi) o laddove sia necessario elevare i livelli di attenzione (laboratori e stabilimenti in cui si svolgono compiti di precisione o lavori pericolosi) o ancora in applicazioni outdoor.

    Lampadine LED e il problema della distribuzione luminosa…

    Una delle principali caratteristiche genetiche delle lampadine LED E27 è la direzionalità del fascio di luce: ciò è dovuto al fatto che le lampade LED E27 in commercio basano il loro funzionamento sulla tecnologia Surface Mounted Device (SMD). Con la tecnologia SMD, infatti, i diodi vengono apposti su una superficie piana o nella migliore delle applicazioni su una superficie conica; l’effetto illuminotecnico rischia di non essere pienamente soddisfacente in quanto le lampadine LED E27 così concepite presentano una distribuzione luminosa non omnidirezionale. Tutto ciò è molto lontano rispetto all’effetto illuminotecnico delle vecchie lampadine a filamento o alogene.
    Per ovviare a questa importante limitazione, propria della gran parte delle lampadine LED E27 ad oggi vendute sul mercato, abbiamo realizzato una innovazione davvero straordinaria: con LED Bulb StereoteQ+ abbiamo raggiunto il risultato di creare una lampada in grado di diffondere la luce in tutte le direzioni (330°). Questo risultato è stato possibile proprio grazie all’abbandono della tecnologia SMD per le lampadine LED E27 e all’introduzione di una modifica sostanziale dei diodi di tipo Chip On Board (COB). Il chip di cui questa lampadina è dotato si lega ad una sfera composta da uno speciale materiale in grado di generare un fascio di luce diffuso di 330°. La tecnologia stereoscopica ha comportato il superamento del principale limite della tecnologia LED, rappresentato dalla naturale direzionalità del fascio di luce, e ci ha consentito di realizzare una lampadina E27 capace di una superiore qualità luminosa con un indice di fedeltà cromatica compreso tra 90 e 99 (su una scala dove 100 rappresenta il valore massimo).

    Lampadine LED E27: principali caratteristiche e come sceglierle ultima modifica: 2017-07-11T14:45:11+00:00 da Stefano Feliciani

Lascia un Commento

Devi essere loggato per poter commentare.