Strisce LED 2835 e 5050 a confronto

di Stefano Feliciani

    Com’è noto la tecnologia LED sta sempre più avanzando, sia in termini di conquista di fette di mercato sia in termini di avanzamento tecnologico. Con il LED oggi infatti è possibile soddisfare pressoché ogni esigenza e sbizzarrirsi nella creazione di effetti illuminotecnici curati e di grande impatto a condizione di sapersi orientare nella vasta gamma di soluzioni offerte.

    Un aspetto importante, sia per applicazioni residenziali che per quelle business, molto spesso ignorato dalla maggior parte degli “utenti” LED, è dato dalla grande differenza tra le strisce 5050 e le 2835. Di fronte a queste due alternative, di gran lunga tra le più diffuse sul mercato, non è sempre facile orientarsi anche in ragione del fatto che molto spesso dalle schede tecniche delle due tipologie di prodotto non compaiono significative differenze in termini di potenza e luminosità.

    Strisce LED 2835 e 5050 confronto
    Striscia LED 2835 da 280 LED al metro e 28.8W

    Soluzioni con strisce LED a vista: assolutamente da preferire le strisce LED 2835

    Nel caso di soluzioni illuminotecniche con strisce a vista (per esempio laddove installate in profili di alluminio ad incasso o comunque con emissione diretta) è assolutamente da preferire il modello 2835, ancor meglio se dotata di 120 (o più) diodi LED per metro. In tal modo sarà possibile realizzare una linea continua di luce senza che vengano evidenziati i singoli diodi (effetto puntinato o dots). Le 2835, infatti, presentano un numero assai superiore di diodi al metro rispetto alle 5050: i diodi sono quindi posizionati ad una minima distanza gli uni dagli altri e questo consente un bellissimo effetto di lama di luce o fila continua. La scelta diventa poi obbligatoria qualora la copertura dei profili di alluminio non sia opalina o satinata, ma trasparente…

    Va poi sottolineato che la scelta di strisce 2835 non penalizza affatto la potenza e la luminosità. Siamo oggi in grado di realizzare strisce eccezionalmente luminose e stabili, giungendo ad arrivare fino a ben 150 lm/W (basti pensare che una striscia professionale da 150 lm/W e 17.3W supera per luminosità una striscia 5050 da 28W).

    Soluzioni in grado di supportare impieghi intensivi: ancora da preferire le strisce LED 2835

    Strisce LED 3528 e 5050 confronto
    Striscia LED 5050 RGBW da 60 LED al metro e 19.2W

    Come detto, le 5050 presentano meno diodi al metro rispetto alle strisce 2835. Questo comporta che i diodi modello 5050 saranno unitariamente più potenti rispetto ai diodi delle strisce 2835. Tutto questo incide anche sulla capacità di dissipazione del calore e quindi sull’affidabilità complessiva del prodotto. Le strisce 2835 consentono una migliore distribuzione della luminosità ma anche del calore, a tutto beneficio della durata di vita utile del prodotto. Questa considerazione consente quindi nuovamente di preferire le strisce modello 2835 in tutti i casi in cui si prospettano impieghi intensivi.

    Ancora dubbi? Contattaci liberamente!

    Se desideri ricevere un parere qualificato in merito alla miglior soluzione da adottare non esitare a contattarci mediante il form che trovi alla pagina contatti. Se desideri essere ricontattato per telefono scrivicelo e lasciaci un tuo recapito. Il nostro team di esperti è a tua completa disposizione.

    Strisce LED 2835 e 5050 a confronto ultima modifica: 2017-12-28T15:29:17+00:00 da Stefano Feliciani

Lascia un Commento

Devi essere loggato per poter commentare.